Con la cravatta rossa

Cento volte abbiamo rischiato

la nostra libertà fisica e la nostra vita,

perché eravamo e siamo persuasi

che la vita per se stessa nulla conta,

ma conta l’idea che l’illumina.”

Sandro Pertini (25 settembre 1896, S. Giovanni di Stella – 24 febbraio 1990, Roma).

La sua vita è quella dell’Italia del ventesimo secolo: Caporetto, l’antifascismo, la Liberazione, l’Assemblea Costituente, la ricostruzione, gli anni di piombo, il terremoto in Irpinia, i Mondiali di calcio dell’82…

Abbiamo provato a chiederci quale fosse la chiave giusta per interpretare Sandro Pertini, abbiamo approcciato le sue lettere private, i suoi discorsi pubblici, i comizi, le interviste, gli scritti, i filmati e ci siamo resi conto che per rappresentarlo non servono artifici scenici. Da tutti i documenti emerge infatti senza troppi fronzoli la sagoma di un uomo fatta di schiettezza, di coerenza, di rigore, di semplicità, di straripante umanità.

In scena ci sarà dunque un narratore che riporterà la parola di Pertini, con tutto il suo impeto.

Una seconda voce darà i riferimenti storici e cronologici, per contestualizzare gli eventi.

Un terzo gruppo di interventi sarà quello dedicato agli interlocutori veri, ideali o immaginari con cui faremo confrontare la voce di Pertini; e specchiandosi in essi emergerà e si sfaccetterà la luce del suo essere eroe.

Tutti questi livelli saranno contrappuntati dalla musica e dalle canzoni, eseguite dal vivo, ad offrire una rilettura più emozionale: qui nasceranno le suggestioni delle cose non dette.

Anche se in verità, alla fine di questo intreccio, chiuderemo gli occhi e ci sembrerà che Pertini ci abbia detto tutto. Tutto quello che serve.

Lo spettacolo “Con la cravatta rossa” propone un Pertini in perenne dialogo tra i suoi “maestri” e i “suoi” giovani, tra chi c’era prima e chi ci sarà dopo (perché sta costruendo il suo futuro ora).

A beneficio di chi non lo ha conosciuto. Al piacere di chi lo vuole ritrovare.

Per il pubblico adulto oppure studenti delle scuole secondarie inferiori e superiori in occasione delle ricorrenze legate alla vita di Pertini (24 febbraio, 25 settembre) e alla storia d’Italia (25 aprile, 2 giugno)

Portfolio